News

Non riesco ad ingoiare le pillole: come fare?

Non riesco ad ingoiare le pillole: come fare?

03 Febbraio 2018

La difficoltà ad ingoiare le pillole accomuna numerosi pazienti: a causa di possibili disturbi alla muscolatura del cavo orale o di blocchi psicologici, di fronte ad una compressa da ingerire può scatenarsi il panico.

La sensazione di soffocare, di non riuscire a deglutire o di non saper coordinare il movimento corretto per spingere la compressa giù per l’esofago può limitare la vita di un paziente.

Dietro a questo disturbo, all’apparenza banale, possono nascondersi motivazioni, anche serie: per questo, il primo passo è quello di parlarne con il medico, per andare a fondo del problema.

Nel frattempo, come comportarsi per deglutire più semplicemente una compressa?

Ce lo insegna una ricerca tedesca condotta dall'Università di Heidelberg.

La bottiglia di plastica piena

Prendete una bottiglietta di plastica e riempitela con dell’acqua.

Posizionate la compressa sulla lingua e serrate le labbra attorno all’apertura della bottiglia.

Tenendo chiuse le labbra in modo ermetico attorno al collo della bottiglia, bevete un sorso eseguendo un netto movimento di suzione: senza far entrare aria all’interno della bottiglia, l’aspirazione eseguita vi farà inghiottire subito la pillola, insieme all’acqua.

Il mento in avanti

Anche se la posizione più naturale per ingoiare una compressa potrebbe sembrare quella con il collo piegato all’indietro, provate ad invertire l’inclinazione.

Posizionate la compressa sulla lingua e bevete un sorso d’acqua, tenendo il liquido in bocca.

A questo punto portate il mento in avanti, come se voleste toccare lo sterno con il viso ed eseguite con la lingua il movimento per ingoiare la compressa. La ricerca ha dimostrato che nell’88% dei casi questa soluzione si è rivelata efficace e risolutiva.

Diabete: i 5 segnali da non sottovalutare

Diabete: i 5 segnali da non sottovalutare

01 Febbraio 2018

Sei sicuro di conoscere tutti i campanelli d’allarme che possono indicare la presenza di diabete?

Alcuni segnali sono più noti, altri, invece, sono poco conosciuti.

Ecco 5 fattori da non sottovalutare, che possono suggerire l’insorgere di diabete.

  1. Hai spesso molta sete?

Questo è uno dei sintomi più conosciuti del diabete: gli elevati livelli di glucosio nel sangue rendono la sete insistente e incontrollata. Anche bevendo, la sete da diabete difficilmente si placa.

  1. Fai frequentemente pipì?

Aumentando il consumo di acqua, aumenterà anche il bisogno di andare in bagno. Gli alti livelli di glicemia, inoltre, stimolano la diuresi anche durante la notte, facendoti alzare più volte dal letto per fare pipì. Espellendo molti liquidi, la cute e le mucose si disidratano: un circolo vizioso che fa ricomparire la sete.

  1. Hai sempre fame?

Il diabete impedisce al corpo di convertire gli zuccheri in energia per l’organismo: per questo motivo una fame continua potrebbe essere un campanello d’allarme del tuo fisico che cerca cibo per ricaricarsi.

  1. Sei dimagrito molto?

In caso di diabete, specialmente di tipo 1, i livelli di insulina sono molto ridotti: per questo le cellule non riescono ad utilizzare il glucosio come energia per l’organismo, e sono costrette a ripiegare sugli accumuli di grasso o le proteine muscolari.

  1. Ti formicolano gli arti?

Un insistente formicolio a mani e piedi può indicare un danneggiamento delle terminazioni nervose o dei vasi sanguigni che trasportano il nutrimento. Un sintomo da non sottovalutare e che può suggerire una ridotta sensibilità causata dal diabete.

Se hai uno o più di questi sintomi, parlane con il tuo medico: la prevenzione è l’arma migliore per il tuo benessere.

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.
I cookie sono piccoli file di testo che possono essere utilizzati dai siti web per rendere più efficiente l'esperienza per l'utente.

La legge afferma che possiamo memorizzare i cookie sul tuo dispositivo se sono strettamente necessari per il funzionamento di questo sito. Per tutti gli altri tipi di cookie ci serve il tuo permesso.

Questo sito utilizza diversi tipi di cookie. Alcuni cookie sono posti da servizi di terzi che compaiono sulle nostre pagine.

I cookie necessari aiutano a contribuire a rendere fruibile un sito web abilitando le funzioni di base come la navigazione della pagina e l'accesso alle aree protette del sito. Il sito web non può funzionare correttamente senza questi cookie.
I cookie per le preferenze consentono a un sito web di ricordare le informazioni che influenzano il modo in cui il sito si comporta o si presenta, come la lingua preferita o la regione che ti trovi
I cookie statistici aiutano i proprietari del sito web a capire come i visitatori interagiscono con i siti raccogliendo e trasmettendo informazioni in forma anonima.
I cookie per il marketing vengono utilizzati per monitorare i visitatori nei siti web. L'intento è quello di visualizzare annunci pertinenti e coinvolgenti per il singolo utente e quindi quelli di maggior valore per gli editori e gli inserzionisti terzi.
I cookie non classificati sono i cookie che sono in fase di classificazione, insieme ai fornitori di cookie individuali.